IL DIAMANTE GREZZO

Che cos'è un diamante grezzo?

Indubbiamente queste pietre così particolari suscitano molte domande e molta curiosità in chi le incontra per la prima volta. Se negli USA si sono accorti qualche anno fa del potenziale di queste pietre, qui da noi i diamanti grezzi sono ancora merce rara e, sicuramente, poco diffusi e poco conosciuti.

Ma i diamanti grezzi sono veri diamanti?  Assolutamente si! Anche se si presentano in una forma molto diversa da quella in cui siamo abituati a vederli, essi sono veri diamanti naturali così come vengono estratti dalla terra. La differenza di aspetto è dovuta principalmente a due motivi: il taglio e la purezza.

IL TAGLIO

Quando vengono estratti, i diamanti sono così come la Terra li ha plasmati: atomi di carbonio formatisi nelle viscere della terra da 1 a 3 miliardi di anni fa, a pressioni e temperature inimmaginabili.

Per quanto la Natura spesso ci sorprenda con la sua perfezione, no: i diamanti non si formano già belli sfaccettati e brillanti. Ed è qui che entra in gioco l’uomo e la capacità, nel corso dei secoli, di trovare la via per rendere questa pietra la regina quando si parla di gemme. I diamanti grezzi vengono tagliati da tagliatori esperti che levigano e lucidano la pietra creando quelle sfaccettature che hanno reso il diamante così famoso. Infatti è fondamentale ricordare che le faccette dei diamanti hanno una proporzione ben precisa e ogni faccetta deve avere l’angolazione giusta per poter riflettere la luce. Ecco perché i diamanti brillano così tanto!

 

 

LA PUREZZA

Un altro aspetto fondamentale, quando si parla di diamanti, è la purezza.
I diamanti “classici” che siamo abituati a vedere sono solo una minuscola parte dei diamanti estratti nel mondo. Infatti il diamante per convenzione deve essere puro e perfettamente trasparente per poter riflettere la luce in modo ottimale. Ma ovviamente la maggior parte delle pietre estratte presenta delle piccole impurità che si presentano sotto forma di micro granuli scuri all’interno della pietra: maggiori sono le inclusioni e minore è la capacità di riflettere la luce, e il colore in generale risulta più scuro.

Questo è un diamante grezzo con una percentuale elevata di purezza; un team di esperti tagliatori ne ha ricavato diverse gemme otticamente perfette. 
(Alla fine dell'articolo troverai un link in cui potrai vedere l'incredibile trasformazione di questo grezzo: ne consiglio vivamente la visione!)
     
Il diamante grezzo Lesedi la Rona, di 1.109 carati, è il più grande mai scoperto in questo secolo ed è stato estratto dalla miniera africana di Lucara in Botswana

 

E questo è un bellissimo diamante incluso. Se venisse tagliato diventerebbe un bellissimo diamante "sale&pepe".

Diamante grezzo con presenza di inclusioni
 
diamante "sale&pepe" a taglio brillante

E qui torniamo ai nostri diamanti grezzi: la prima volta che li ho visti ho pensato che fossero veramente stupendi! La loro totale unicità nella forma e nel colore, unita a quel fascino da “reietto” mi ha immediatamente conquistata.  Ho amato subito l’aspetto di quella miriade di micro sfaccettature naturali e di come le inclusioni modificassero ogni singola pietra, rendendola davvero unica al mondo. 

Ho visto il loro potenziale e li ho immaginati subito: sfacciatamente montati su anelli, come solitari alternativi e fieri, nella loro meravigliosa diversità finalmente apprezzata.



Da grezzo a gemma da record: guarda il video dell'incredibile trasformazione: 
www.youtube.com/watch?v=3LSHnLj-utw